16 giugno 2017

THE DARK ZONE : SPAZIO AUTORI

Buon pomeriggio,
come ogni settimana siamo in compagnia della Dark Zone e degli autori.
Questa settimana ospitiamo SIMONA DIODOVICH



TAPPA COLORI


Risultati immagini per colori

 
ROSSO
Il colore rosso è simbolo del sangue e dellenergia vitale sia mentale che fisica. Luso di questo colore aiuta a combattere le energie passive infondendo una straordinaria forza psichica e motoria. Il rosso simboleggia lestroversione e la forza di volontà. Il rosso è sinonimo di forte passionalità, di grande personalità e di fiducia in se stessi.
Il rosso è il colore di chi ha voglia di vincere e brama di potere.
 

Toulane è di sicuro rosso, passione energia lei è fuoco puro

Alrik è blu. Perché è da lui che Toulane attinge ciò che le serve per vivere. Quando lo vede lei sta bene, si sente più serena

Brona è il nero e tutto ciò che rappresenta il colore in sé

 
 
BLU
Il significato del blu è legato al cielo, allacqua del mare, dei laghi e di tutte le grandi distese dacqua. Il colore blu aumenta lattenzione delle persone e li predispone ad essere più attenti e ricettivi. Simbolo di armonia ed equilibrio, il colore blu ha la capacità di rilassare lindividuo e di normalizzargli la frequenza del battito cardiaco e della pressione. Riduce lo stato dansia e porta equilibrio alla sfera emotiva. Quando guardiamo il cielo ci sentiamo sereni.
Il blu é il colore di chi è dotato di profondi sentimenti e di un equilibrio interiore stabile.
Il blu scuro rappresenta la calma totale.
 

VIOLA
Se sogni il colore viola, significa che hai bisogno di intimità ed affetto e ti senti attratto da ciò che è mistero e magia.
Il viola è il colore di chi predilige le sensazioni forti e tende ad identificarsi con il prossimo. E apprensivo, impacciato, ma nello stesso tempo vuole essere compreso. Il colore viola accresce la capacità creativa e la fantasia e quindi chi ama il viola è amante dellarte. Tale persona è anche intelligente, umile, prudente e saggia.
Vive di emozioni a discapito della razionalità.
 
NERO
Il nero nei sogni rappresenta un momento di cambiamento e di grande trasformazione.
Chi sceglie il nero rinuncia a tutto e protesta energicamente contro una situazione che non è come egli vorrebbe che fosse. Si ribella alla sorte, rischiando di agire in un modo precipitoso ed irrazionale.
E' il colore del buio, della morte, del male e del mistero, ci parla del vuoto, del caos e delle origini, è controbilanciato dal suo opposto, il bianco, simbolo di luce: il dualismo luce/oscurità non si presenta in forma simbolica morale finchè le tenebre primordiali non si siano divise in luce e buio, quindi all'inizio dell'esistenza, esso non è rappresentante del male in senso univoco.
Nella tradizione simbolica quindi l'idea delle tenebre non ha ancora significato negativo, perché corrisponde al caos primigenio dal quale può nascere ogni cosa, esso è infatti associato all'invisibile e all'inconoscibile, quindi anche alla divinità creatrice originale, o la scintilla inziale da cui tutto si è palesato, alla faccia nera della LUNA  o alla luna nera.
 


 
ORO
Il giallo è il colore più luminoso, dà un'impressione di leggerezza e di gaiezza. Il giallo, è evocatore. Come il rosso, il giallo aumenta la tensione, aumenta i batti del polso e la respirazione, ma lo fa in modo meno regolare. Il giallo si riflette, irradia, la sua è una gaiezza impalpabile. Il giallo manifesta una personalità aperta e indica rilassamento o potere. Dal punto di vista psicologico, il rilassamento è una liberazione da tutti i problemi, da tutte le contrarietà. il giallo è il simbolo del calore del sole, della gaiezza, della gioia. la sua percezione sensoriale è il piccante, il suo contenuto affettivo una volatilità piena di speranza.

A presto con la Dar Zone




Recensione Perfide al punto giusto, di Giusy Amato



TRAMA

Diciotto monologhi di una donna che racconta in maniera divertente la quotidianità. Lo fa con un pubblico immaginario con il quale interagisce facendo domande, simulando risposte e inventando osservazioni. La protagonista si trasforma in ogni monologo: sposata, single, giovane, adulta, con figli o senza, lavoratrice o casalinga… ma il filo conduttore è principalmente il rapporto conflittuale con l’altro sesso. In realtà spesso, prende in giro anche se stessa e le donne in generale, insomma ce n’è per tutti!
Spazia tra vari argomenti: dalla tecnologia alla forma fisica, dagli uomini alle amiche, dai figli alla pubblicità ingannevole, dai fidanzati ai bamboccioni e tanto altro.
Scherzando e ridendo, invita anche a riflettere su alcune problematiche sociali, ma lo fa con leggerezza e ironia, cercando di capire come la pensano gli spettatori di una platea inesistente

RECENSIONE

A cura di Silvia Maira

Una lettura veloce e leggera, che fa divertire e riflettere. Giusy Amato colloquia con l'ipotetico lettore e mette sotto analisi proprio l'altro sesso. Lo fa da diversi punti di vista. Una volta a parlare è la moglie, un'altra l'aspirante fidanzata, un'altra ancora l'amica, ma sempre usando un tono ironico, leggero, confidenziale e tutto sommato divertito.
Sembra quasi che l'autrice conosca chi ci possa essere al di là del lettore ebook!
Al lettore non può, in più casi, non scappare una risata.
Irriverente quanto basta, dell'altro sesso mette a nudo i difetti e i punti deboli, ma al tempo offre spazio anche a delle riflessioni assolutamente reali che riguardano la donna e la società in cui vive, fatta anche di regole imposte e falsi perbenismi.
Perfida al punto giusto, come dice il titolo del libro?
Penso proprio di sì!






Segnalazione Il Mostro di Vincenzo De Marco



SINOSSI


Versi di rabbia e d’amore – La fabbrica, le polveri, l’acciaio: squarci sul lavoro quotidiano all’Ilva, che si alternano a riflessioni sulla vita, a rasserenanti immagini di evasione. Il mondo rassicurante degli affetti, la Puglia e la sua bellezza incontaminata, vista da un operaio che, suo malgrado, contribuisce a inquinarla. Tutto questo anima le poesie di Vincenzo De Marco, poeta operaio e cantore di una contraddizione esistenziale tra lavoro e vita: due elementi normalmente in simbiosi, ma che nella Taranto dei veleni finiscono col trovarsi in una tragica dicotomia.




Biografia

Vincenzo De Marco (Grottaglie, 1976). Operaio e poeta. Con Les Flâneurs Edizioni ha partecipato all’antologia di racconti Macerie, il cui ricavato sarà devoluto alle popolazioni terremotate del Centro Italia.

Segnalazione Fantastorie di Antonio Campanile


TRAMA

Racconti immaginifici tra memoria e futuro – Le suggestioni di una vita intera prendono forma nei racconti di Antonio Campanile. Un oggetto, un brano musicale, un viaggio reale o immaginifico, una parola origliata per caso e lasciata cadere lì: tutto questo ritorna con insistenza alla mente dell’autore, per essere trasferito sulla pagina bianca e acquisire un significato nuovo, più profondo. Il fil rouge delle storie narrate è la memoria, che si fa più lucida e vivace nello sforzo di ricordare, ma anche nel suo slancio verso il futuro. Racconti dalle sfumature più intimistiche – su una donna-angelo volata via, sulla cantina della nonna, su un ulivo dell’infanzia – si alternano ad altri in cui dominano l’ironia, i giochi di parole, la passione per l’Intelligenza Artificiale. Ne deriva un viaggio affascinante, personale ma allo stesso tempo universale, tra le pieghe dell’animo umano.



Biografia

Antonio Campanile (Mola di Bari, 1958). Laureato in Informatica con una tesi di Intelligenza Artificiale sul gioco degli scacchi, di cui è giocatore con il titolo di Maestro, ha lavorato per sei anni in una Software House del gruppo Olivetti, quattro dei quali trascorsi a Ivrea come consulente software nel settore Marketing. È attualmente docente di Matematica Applicata in un Istituto Tecnico Economico.
Nel 2004 ha pubblicato il suo primo libro di racconti, Coriandolando.


Estratto

«Sento di essere vicino alla meta, a quegli orizzonti lontani, ma mi fermo (…) Devo tornare e forse è giusto così. D’altro canto gli orizzonti sono belli perché non si raggiungono mai, come i nostri sogni»

12 giugno 2017

Segnalazione "Falliti" di Vito Maselli


Sinossi

Storie di ordinaria quotidianità – I falliti sono quelli che non ce la fanno, coloro i quali cercano di rimanere a galla durante la risacca e di resistere alle intemperie della vita, ma vanno a fondo. Alcuni provano a risalire in superficie, altri non ci pensano neanche. Gli ordinari falliti di questo libro si lasciano vincere dalla vita che, a volte, è talmente imprevedibile da avvolgerli in trame dalle tinte fosche, inimmaginabili nei loro risvolti.
Autore: Vito Maselli
Titolo: Falliti
Prezzo: € 13



Biografia


Vito Maselli (Bari, 1981). Specializzato in comunicazione multimediale, è esperto di promozione territoriale. Appassionato lettore, tra gli autori che hanno ispirato quest’opera ci sono: Stephen King, Nathaniel Hawthorne e Raymond Carver. Ha partecipato alla raccolta Macerie pubblicata con Les Flâneurs Edizioni.


Estratto


«Sento di essere vicino alla meta, a quegli orizzonti lontani, ma mi fermo (…) Devo tornare e forse è giusto così. D’altro canto gli orizzonti sono belli perché non si raggiungono mai, come i nostri sogni»




Segnalazione "Confessioni di donne" di Chiara Pepe



SINOSSI

Figure di donne della storia e del mito si alternano in una carrellata di ritratti rivelatori dei loro più intimi sentimenti. Attraverso i loro monologhi, voci del passato – reale e di fantasia – reclamano il riscatto della loro memoria, spesso condannata dal tempo a una sorta di damnatio velata di misoginia. Donne come Maria Antonietta e Anna Bolena, ma anche Cassandra e Ifigenia, interloquiscono direttamente col lettore, raccontando la loro personale versione dei fatti. Un punto di vista privato ed esclusivamente femminile, solitamente trascurato dalla storia dei grandi eventi, che è quella fatta inesorabilmente dagli uomini.

Autore: Chiara Pepe
Titolo: Confessioni di donne
Prezzo: € 11


Biografia

Chiara Pepe (Polignano a Mare, 1990). Laureata in Scienze storiche, collabora con il Seminario di Storia della Scienza dell’Università degli Studi di Bari. Fino al 2014 è stata operatrice culturale per la Fondazione Pino Pascali, museo d’arte contemporanea. Tra i suoi interessi figurano la storia della scienza, la letteratura e la storia delle donne. Relatrice in convegni nazionali, collabora con diverse istituzioni e associazioni culturali del territorio. Ha al suo attivo pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali. Da quattro edizioni è direttrice di produzione dell’International Campus Musica, che si tiene a Polignano a mare.
Estratto

«Il mio corpo era diventato l’armatura più temibile. Il mio nome l’emblema della perdizione»




08 giugno 2017

THE DARK ZONE SPAZIO AUTORI

Eccoci al nostro appuntamento settimanale con la dark Zone. Oggi presentiamo GIACOMO FERRAIUOLO.

 Risultati immagini per COLORI
 

GIACOMO FERRAIUOLO

 

TAPPA COLORI

 
ROSSO
Il colore rosso è simbolo del sangue e dellenergia vitale sia mentale che fisica. Luso di questo colore aiuta a combattere le energie passive infondendo una straordinaria forza psichica e motoria. Il rosso simboleggia lestroversione e la forza di volontà. Il rosso è sinonimo di forte passionalità, di grande personalità e di fiducia in se stessi.
Il rosso è il colore di chi ha voglia di vincere e brama di potere.
 
Nora rappresenta il rosso: la passione, una grande personalità e la sicurezza in se stessi che è andata a scemare per via degli eventi che si sono susseguiti.
 
 
BLU
Il significato del blu è legato al cielo, allacqua del mare, dei laghi e di tutte le grandi distese dacqua. Il colore blu aumenta lattenzione delle persone e li predispone ad essere più attenti e ricettivi. Simbolo di armonia ed equilibrio, il colore blu ha la capacità di rilassare lindividuo e di normalizzargli la frequenza del battito cardiaco e della pressione. Riduce lo stato dansia e porta equilibrio alla sfera emotiva. Quando guardiamo il cielo ci sentiamo sereni.
Il blu é il colore di chi è dotato di profondi sentimenti e di un equilibrio interiore stabile.
Il blu scuro rappresenta la calma totale.
 
Il Blu è Christian, un infermiere che deve prendersi cura di Nora. Inizia ad ascoltare i vaneggiamenti della donna; viene catapultato nel mondo oscuro di Nora e tende ad avere un approccio distaccato, poi cerca di dare una spiegazione razionale e alla fine si trova a
 
 
VIOLA
Se sogni il colore viola, significa che hai bisogno di intimità ed affetto e ti senti attratto da ciò che è mistero e magia.
Il viola è il colore di chi predilige le sensazioni forti e tende ad identificarsi con il prossimo. E apprensivo, impacciato, ma nello stesso tempo vuole essere compreso. Il colore viola accresce la capacità creativa e la fantasia e quindi chi ama il viola è amante dellarte. Tale persona è anche intelligente, umile, prudente e saggia.
Vive di emozioni a discapito della razionalità.
 
Il Dottor Marconi è il viola, una persona razionale e austera, una persona che è attrato da un passato misterioso che cerca di celare agli occhi degli altri. Una persona attratta da tutto ciò che è inspiegabile.
NERO
Il nero nei sogni rappresenta un momento di cambiamento e di grande trasformazione.
Chi sceglie il nero rinuncia a tutto e protesta energicamente contro una situazione che non è come egli vorrebbe che fosse. Si ribella alla sorte, rischiando di agire in un modo precipitoso ed irrazionale.
E' il colore del buio, della morte, del male e del mistero, ci parla del vuoto, del caos e delle origini, è controbilanciato dal suo opposto, il bianco, simbolo di luce: il dualismo luce/oscurità non si presenta in forma simbolica morale finchè le tenebre primordiali non si siano divise in luce e buio, quindi all'inizio dell'esistenza, esso non è rappresentante del male in senso univoco.

Il Nero sono le ombre. Ombre che popolano la casa di Nora, ombre buone e ombre cattive. Esseri che, una volta portata via la padrona di casa, cominciano a strisciare al di fuori dellabitazione. Le ombre sono tanti essere come un solo essere, sono indefinite, ma hanno una loro sete di vendetta.
 
ORO
Il giallo è il colore più luminoso, dà un'impressione di leggerezza e di gaiezza. Il giallo, è evocatore. Come il rosso, il giallo aumenta la tensione, aumenta i batti del polso e la respirazione, ma lo fa in modo meno regolare. Il giallo si riflette, irradia, la sua è una gaiezza impalpabile. Il giallo manifesta una personalità aperta e indica rilassamento o potere. Dal punto di vista psicologico, il rilassamento è una liberazione da tutti i problemi, da tutte le contrarietà. il giallo è il simbolo del calore del sole, della gaiezza, della gioia. la sua percezione sensoriale è il piccante, il suo contenuto affettivo una volatilità piena di speranza.
 
Sembrerebbe strano per chi ha letto il romanzo, ma con il giallo identifico le vicine di Nora. Per quanto siano persone infide e cattive, sono spensierate; la loro vita scorre grazie ai pettegolezzi. Non hanno grandi preoccupazioni se non il parlare o meglio lo sparlare.

BUONA LETTURA